Oblique Studio, il nostro essere è il nostro agire
oblique studio, artigianato e passione





facebook   twitter   instagram  
I libri di Oblique
Greenwich e Gog, collane per Nutrimenti
I nostri libri con 66thand2nd
Watt magazine

Oblique è per il
software libero





sitemap
 
 

Oblique è agenzia letteraria

Marina Viola, Loro fanno l'amore, Sonzogno
Marina Viola
Loro fanno l’amore (e io m’incazzo)
Sonzogno
gennaio 2020

Marina è una madre moderna, che ha deciso di dare ai figli un’educazione senza tabù, parlando apertamente di sesso. È convinta che così non ripeterà gli errori dei suoi genitori. La realtà, però, è più complessa dei buoni propositi: il giorno in cui la figlia adolescente le dice di voler passare la notte con un ragazzo conosciuto su internet, di colpo tutte le sue certezze vacillano e subentra la paura di sbagliare. Tutto quello che le sembrava chiaro diventa problematico di fronte ai ragazzi di oggi, molto più informati, più sicuri di sé, ma anche disorientati dalla disinvoltura con cui il sesso è diventato accessibile. E allora emergono piccole e grandi domande, non sempre gradevoli: avere una figlia che inaugura una propria vita sessuale significa che è arrivato anche il momento di fare i conti con la propria età che avanza? C’è forse un pizzico di invidia (lei piena di ormoni e la mamma in premenopausa)? È giusto che i genitori vogliano intervenire in una sfera così intima e personale dei propri figli?
Marina Viola – già autrice di due appassionanti e delicati libri sulla sua vita familiare, uno dedicato al figlio Luca affetto dalla sindrome di Down e da una forma di autismo, l’altro a suo padre Beppe, celebre giornalista sportivo – racconta, con un tono leggero, autoironico e sfacciatamente onesto, la propria avventura di madre alle prese con la sessualità dei figli, convinta del fatto che condividere l’esperienza vissuta possa, meglio di un saggio specialistico, essere di aiuto agli altri.

Dicono di Loro fanno l’amore (e io m’incazzo)
- Carlo Gallucci (intervista), Tg5, 25 febbraio 2020;
- Paola Maraone, Donna Moderna, 20 febbraio 2020;
- Alberto Sebastiani, la Repubblica (edizione Bologna), 16 febbraio 2020;
- Corriere della Sera (edizione Bologna), 16 febbraio 2020;
- Prendila così, Rai Radio 2, 9 febbraio 2020;
- Gaia Giorgetti, F, 5 febbraio 2020;
- Alessia Gemma, smemoranda.it, 5 febbraio 2020;
- Gabriele Ottaviani, Convenzionali, 30 gennaio 2020;
- Flora Casalinuovo, Starbene, 28 gennaio 2020;
- Luca Bottura, Robinson, 25 gennaio 2020;
- Sette, 24 gennaio 2020.


In evidenza
S’intitola Loro fanno l’amore (e io m’incazzo) il divertente romanzo di Marina Viola, appena uscito per Sonzogno, che racconta con ironia la prima volta di una figlia adolescente. E le reazioni inaspettate di una mamma (che si credeva) molto emancipata. E che si ritrova, invece, a fare i conti con il tempo che passa anche per lei.
Paola Maraone, Donna Moderna, 20 febbraio 2020

Non solo brillante, acuta, arguta, simpatica, dotata di talento per la scrittura, di formidabile capacità narrativa, di chiarezza espositiva […]: proprio intelligente, in senso etimologico. Ossia, rifiutando la dittatura dell’ossessiva ostentazione di una perfezione che dev’essere più perfetta della perfezione ostentata dal prossimo, altrimenti non vale, o peggio non è abbastanza, Marina Viola racconta, con scintillii policromi e pirotecnici d’ironia, di sé e del suo mondo […].
Gabriele Ottaviani, Convenzionali, 30 gennaio 2020.

“Nel libro l’autrice rivela i suoi sentimenti con spontaneità e ironia, facendoci sentire meno sole.”
Flora Casalinuovo, Starbene, 28 gennaio 2020

“Questo libro è la storia di un autogol da centrocampo, dell’educazione politicamente corretta di una figlia, del sesso filiale prima teorizzato come elemento culturale e poi gestito, col cuore in gola, come elemento fattuale. È un racconto di allegra inadeguatezza […]. È un libro divertente, sgarbato, piacevolmente spiacevole.”
Luca Bottura, Robinson, 25 gennaio 2020

 

 

Torna a Agenzia letteraria



















 
Test di obliquità
luoghi obliqui
obliquità per gli altri
dicono di Oblique