Oblique Studio, formazione editoriale permanente
oblique studio, artigianato e passione





facebook   you tube   Oblique Studio su Google+  
I libri di Oblique
Greenwich e Gog, collane per Nutrimenti
I nostri libri con 66thand2nd
Watt magazine

Oblique è per il
software libero





sitemap
 
  I docenti dei corsi di Oblique
   
 

Mario Desiati è originario di Martina Franca nel 1977 e vive a Roma. Dopo essersi laureato in Legge a Bari nel 2000 e aver lavorato in uno studio legale in Valle d’Itria, si è dedicato all’editoria lavorando come redattore della rivista letteraria Nuovi Argomenti e consulente editoriale. Ha esordito in poesia nella raccolta I poeti di vent’anni (Stampa, 2000) di Mario Santagostini e ha pubblicato su riviste nazionali e internazionali; tra i suoi titoli anche la plaquette Il generale Inverno (Socrates, 2002), la raccolta Agrimensure contenuta nell’Annuario della Yale University (2002) e Luci gialle della contraerea (LietoColle, 2004). Come narratore, ha esordito invece con il romanzo Neppure quando è notte (peQuod, 2003) a cui è seguito Vita precaria e amore eterno (Mondadori, 2006). Nel 2007 ha curato l’antologia Voi siete qui del progetto Best Off per minimum fax. Il suo terzo romanzo, Il paese delle spose infelici, è uscito nel 2008 per Mondadori.
Attualmente è il nuovo direttore editoriale della Fandango Libri.


Giudizi degli allievi

  1. Gentilissimo e timido. Il più giovane fra gli ospiti, dunque, idealmente, il più vicino a noi;
  2. Interessante conoscerlo nella doppia veste di scrittore e direttore editoriale. Ha dato molti spunti e ci ha regalato la testimonianza appassionata del suo percorso in editoria;
  3. Temo che il mio sarà un parere di parte. Ho letto Desiati come romanziere, e l’ho amato. L’ho incontrato in veste di direttore editoriale, e se possibile l’ho ammirato ancor di più. Un giovane che, nonostante l’eccezionale curriculum e l’invidiabile esperienza, ha mantenuto la freschezza e la passione di chi si affaccia all’editoria per la prima volta;
  4. Una lezione piacevole, è stato molto coinvolgente nel raccontare la sua storia. Ne ho apprezzato l’umiltà e l’autoironia. Ancora di più la carriera;
  5. Avrei voluto si mettesse più in gioco, ascoltando le nostre stroncature sul suo libro, ma capisco che non c’è stato tempo;
  6. Coinvolgente e interessante nel suo modo di raccontarsi;
  7. È stato un piacere poterlo incontrare. Desiati è una persona molto semplice e umile. La sua lezione è stata molto utile per farci capire e approfondire alcuni aspetti del mondo editoriale attraverso la sua carriera.

 

 

chiudi