facebook   you tube   flickr  
collane oblique
gog
greenwich
fuori collana

Oblique è per il
software libero





sitemap
 
 

Oblique su D
8x8
parole oblique
dicono di Oblique
 

Gog, gog, gog

Le tavole dei vincitori del concorso Gog

Carlo Emilio Zummo



Carlo Emilio Zummo è nato a Torino il 16 aprile 1982. Fin da bambino si è dedicato al gioco della creatività attraverso una continua e intuitiva sperimentazione di materiali e discipline. Ha frequentato il liceo artistico e successivamente l’Accademia di belle arti di Torino. Ha studiato per un anno in Spagna dove ha avuto modo di proseguire il suo percorso di illustratore-animatore conoscendo poi, attraverso lo sviluppo della tesi di laurea, la figura artistica di Gianluigi Toccafondo. Da queste esperienze è maturata l’idea di creare uno spazio di lavoro e confronto denominato “Lachimica Berthollet e Figli” (www.myspace.com/bertholletefigli), una realtà condivisa tra un pugno di creativi, un quartiere e una città, Torino.


Ciro Fanelli

Ciro Fanelli è nato a Fossombrone (Pu) il 21 aprile 1980 e si è diplomato nell’anno scolastico 1999-2000 in Cinema d’animazione presso l’istituto statale d’arte Scuola del libro di Urbino. Ha frequentato con profitto i corsi di Lettere e cultura contemporanea dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Dal 2005 progetta i manifesti dell’associazione culturale Centro Studi G. Mazzini di Fermignano (Pu) e dal 2006 lavora presso uno studio grafico. Nel mese di luglio del 2006 ha partecipato con il collettivo “sparvingle”, all’interno della rassegna Scolpire in piazza a Sant’Ippolito (Pu), al progetto “Sparvroom03mobile”. Nello stesso mese ha partecipato, sempre con il collettivo sparvingle, al progetto “la ditta folgore” nell’ambito della rassegna “Trecce e intrecci” di Isola del Piano (Pu). Dal 2007 ha iniziato la collaborazione con il gruppo di lavoro di Frigidaire e ha illustrato il numero speciale 212. A marzo 2008 ha disegnato la copertina e le illustrazioni interne di Lo Straniero. Nell’estate del 2008 ha partecipato con il collettivo sparvingle al progetto “Estrazioni01 – Indagini sulla pausa” nell’ambito della rassegna Scolpire in piazza, a Sant’Ippolito.

Marilena Pasini

Marilena Pasini è nata a Roma nel 1954. Dopo la maturità artistica ha lavorato come disegnatrice di tessuti, decoratrice di interni, voce per pubblicità radiofoniche, attrice e costumista nel teatro di ricerca. Poi, dal 1992, ha iniziato la sua attività di illustratrice di libri per bambini collaborando con Giunti, Mondadori, Feltrinelli, Nuove Edizioni Romane e Avverbi Edizioni. Ha narrato e illustrato storie per Editori Riuniti, Sinnos e ha collaborato alle riviste Arancia blu e Nuova scuola di base. Nel 1996, con La pietra mormora (edito da L’Acerba), ha ricevuto la menzione d’onore Premio Libro per l’Ambiente. Ha creato cartoline, manifesti, brochure per il Festival del corto di Caparbio e ha lavorato per la rassegna “Acqua” di Roma e per il Teatret Om di Ringkobing in Danimarca. Ha incontrato bambini e ragazzi in laboratori e atelier nelle scuole, nelle biblioteche, nelle librerie, nei musei, ai mercati di Traiano, alla Fiera del libro di Torino e nelle cave di marmo in Toscana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna a Gog
Torna alla home