facebook   you tube   flickr  
collane oblique
gog
greenwich
fuori collana

Oblique è per il
software libero





sitemap
 
 

Oblique su D
8x8
parole oblique
dicono di Oblique
 


Christine Schutt



Christine Schutt (1948) è nata e cresciuta nel Wisconsin con i nonni materni. Dopo aver studiato alla University of Wisconsin-Madison si è trasferita a New York per perfezionarsi alla Columbia University e seguire i celebri corsi di scrittura di Gordon Lish.
La sua prima raccolta di racconti, Nightwork, è stata giudicata dal poeta John Ashbery miglior libro del 1996 sul Times Literary Supplement. Florida, il suo primo romanzo, è stato finalista al National Book Award nel 2004. Nel 2005 è uscita la raccolta di racconti A day, A Night, Another Day, Summer. Il suo ultimo lavoro, il romanzo All Souls, è arrivato nella terna finale del Pulitzer 2009. Attualmente Christine Schutt vive a New York dove lavora come insegnante e editor della rivista letteraria Noon.
Negli anni ha maturato un’idea precisa della scrittura: “Qualsiasi scritto con pretese letterarie deve essere scarnificato e diretto e non deve contenere niente di estraneo, tipo aggettivi mielosi o altro”.
È molto apprezzata da grandi scrittori come George Saunders, Gary Lutz, Rick Moody, Claire Messud, Gordon Lish, e il conferimento di due O. Henry Prize e del Pushcart Prize stanno a testimoniare l’attenzione riservata a questa appartata scrittrice. Maniaca costruttrice di poetici incastri di parole, le sue pagine vengono lasciate mesi a decantare per poi essere riaffrontate con un interminabile lavoro sulle parole, sul ritmo e sul suono della frase. “Scrivere è difficilissimo, non ho mai idea di dove io stia andando”.

 

Florida, Greenwich 11

 

 

 

 

 

 




torna a Greenwich