Oblique Studio, editoria e passione, formazione editoriale permanente
oblique studio, artigianato e passione





facebook   you tube   Oblique Studio su Google+  
I libri di Oblique
Greenwich e Gog, collane per Nutrimenti
I nostri libri con 66thand2nd
Watt magazine

Oblique è per il
software libero





sitemap
 
 


Corso principe per redattori editoriali
Faq
, domande frequenti


Per frequentare il corso principe è necessario possedere dei requisiti particolari (laurea in lettere o in editoria, saper usare i programmi di impaginazione o di grafica, aver già lavorato in editoria, non avere più di tot anni eccetera)?

Gli unici requisiti richiesti sono una volontà di ferro, tanta passione per i libri e l’editoria, una minima capacità di usare il computer (programmi di videoscrittura, email, navigazione).
Non ci sono neppure limitazioni d’età. Abbiamo avuto ottimi allievi oltre i cinquanta anni. È innegabile che è difficile mandare in stage in casa editrice una persona oltre i quaranta anni. Nei casi che ci sono capitati abbiamo creato stage esterni ad hoc.

Oltre alle didattica frontale sono previste esercitazioni e del lavoro da svolgere a casa?
Il corso è impegnativo. E noi crediamo che questa sia la sua vera prerogativa e unicità. Verranno assegnate, a partire dalla prima lezione, numerose esercitazioni (di solito circa venticinque) da svolgere a casa. Ad ogni allievo verrà assegnato un saggio individuale che deve essere consegnato e discusso entro un mese dalla fine del corso. Verranno costituiti dei gruppi di lavoro da tre persone e ogni gruppo deve sviluppare, nell’arco del corso, un progetto completo di una collana editoriale.
Vengono inoltre dati degli esercizi da svolgere in coppia (e le coppie sono estratte a sorte. Lo spirito è quello di emulare il lavoro in team.
Inoltre sono previsti approfondimenti tematici (per esempio analisi di casi editoriali), laboratori in classe, una visita alla tipografia Leberit o alla tipografia Futura Grafica, l’analisi di un paio di romanzi, l’incontro con uno scrittore e molto altro.
Se non si è sicuri di avere il tempo sufficiente (si consideri una base media di 6-7 ore al giorno) sconsigliamo di frequentare questo corso.

Quando dura di fatto il corso?
Circa quattro mesi. I tre mesi della didattica frontale (ottobre-dicembre oppure aprile-giugno) più circa un mese (gennaio o luglio) per il completamento delle esercitazioni e dei progetti.
È molto importante che durante il mese di lavoro individuale, al termine della didattica frontale, l’allievo riesca a capitalizzare quanto imparato, svolgendo al meglio le esercitazioni finali, le più importanti al fine della valutazione. Il mese di lavoro individuale è impegnativo e non va preso alla leggera.

Perché scegliere il corso di Oblique rispetto ad altri corsi analoghi?
Perché è serio, completo e moderno. Il corso forma il redattore che serve oggi in casa editrice e il free-lance che è in grado di procurarsi occasioni di lavoro. Perché è un corso con taglio estremamente pratico e fa lavorare molto sui fondamentali: correzione di bozze, conoscenza del processo di lavorazione del libro, impaginazione (compresi gli ebook) e con il tempo editing e revisione di traduzioni. Perché ci si esercita tanto, perché le esercitazioni vengono corrette individualmente, perché viene simulata per tre mesi la vita redazionale, perché si assiste in diretta alla nascita di libri, perché a insegnare sono professionisti di provate capacità e competenze. Professionisti capaci di trasmettere insegnamenti ed esperienze.
Perché Oblique fa il mestiere che insegna da tanti anni. Diffidate di scatole vuote che propongono corsi e non hanno al loro attivo lavori editoriali e competenze documentate da pubblicazioni.
Perché il corso principe è ben calibrato: le lezioni, le esercitazioni e i workshop sono distribuiti nell’arco di tre mesi, e non ammassati in qualche fine settimana. Per imparare occorre tempo e tornare più volte sugli stessi problemi.
Perché il corso principe si aggiorna in continuazione, tenendo debitamente conto dell’evoluzione dell’editoria (incremento del digitale, cambiamento delle abitudini e delle modalità di lettura eccetera).
Perché Oblique crede fermamente nella didattica editoriale e nella diffusione della cultura del libro e proprio per questo organizza, una volta l’anno, le giornate per la sensibilizzazione all’editoria, seminari gratuiti sui mestieri del libro.
Perché questo corso migliora con il tempo tenendo conto delle vostre indicazioni. Leggi i giudizi degli ex allievi. Se ti vuoi confrontare con loro non devi che chiedercelo.

Perché il corso principe per redattori editoriali costa più di altri corsi analoghi?
Non è vero. Il corso principe ha il migliore rapporto qualità-prezzo. 120 ore per 1500 € (1300 € se ci si iscrive entro il termine indicato, di solito 45 giorni). Alcuni altri corsi costano meno, è vero, ma quante ore offrono? Chi sono i docenti? Quante esercitazioni vengono fatte? Le esercitazioni sono consistenti, sono casi reali o fuffa inventata ad hoc? Si insegna a impaginare? Si insegna a realizzare gli ebook? Ci sono progetti di gruppo e individuali? C’è davvero cultura artigianale dietro?
Crediamo davvero che il nostro sia il miglior corso sul mercato. Confrontateci con la concorrenza.
Anzi siamo noi a indicarvi chi è la concorrenza, almeno su Roma e vicinanze. Andate a vedere i corsi di: Herzog, Giulio Perrone Editore, minimum fax, Laboratorio Gutenberg, università di Urbino, università La Sapienza, università RomaTre, Comunika e qualche altro. Poi sì che potete scegliere.

Qual è il metodo didattico seguito?
Noi lo chiamiamo il metodo del fare. Del fare, capire gli errori e rifare. Prima la pratica e poi quel poco di base di conoscenza – nemmeno vogliamo usare la parola teoria – che serve.
La correzione individuale delle esercitazioni, le innovative guide allo svolgimento (introdotte dalla undicesima edizione), le schede con gli errori più frequenti, i colloqui individuali di fine lezione innalzano notevolmente il numero di ore di confronto.
Cerchiamo anche di indicare percorsi culturali di miglioramento e di approfondimento. Le bibliografie ragionate che proponiamo sono ricchissime.

Riuscite davvero a fare bene tutto quello che è scritto nel programma?
Il nostro obiettivo è trattare ogni argomento nel modo più esaustivo possibile. Oltre a ciò che viene detto in classe c’è il carico di lavoro a casa. I temi da affrontare sono molteplici e tutti hanno un aspetto molto pratico. La chiave di tutto è il modo in cui ognuno saprà organizzare il proprio lavoro. Tutto il corso in sé è una grande prova di maturità, si ha davvero la sensazione di vivere tre mesi in redazione. Noi puntiamo molto su questo.   

Si sente dire in giro che l’editoria è in crisi, sta cambiando. È ancora utile formarsi come redattore?
È difficile prevedere quale sarà l’evoluzione del mercato librario tradizionale nei prossimi anni. Poche cose però sono certe: sarà sempre necessario chi è in grado di creare, editare, adattare, impaginare dei contenuti. Il corso principe insegna a lavorare sul testo, qualunque sia la sua fonte, la sua forma e la sua destinazione. Il libro è rimasto lo stesso negli ultimi cinquecento anni, è difficile che venga scalzato. Stanno nascendo altre forme di fruizione e intrattenimento, vanno viste come ricchezza e vanno studiate. Il corso principe lo fa (già da qualche anno) approfondendo il mondo dell’editoria digitale e insegnando a realizzare ebook pronti per essere pubblicati.

Chi sono i docenti?
Tutti i docenti esterni sono professionisti che lavorano da anni nel mondo dell’editoria in vari ruoli: editori, redattori, editor, responsabili dell’ufficio stampa, art director, grafici, responsabili dell’ufficio diritti, tipografi eccetera. Ognuno di loro porta in aula le proprie competenze ed esperienze. Ad ognuno di loro chiediamo di mettersi a nudo per trasmettere agli allievi pregi e virtù del lavoro editoriale.
Sul sito di Oblique potete trovare un elenco di tutti i docenti che hanno partecipato alle edizioni dei nostri corsi. Circa il 70% delle lezioni è tenuto da Oblique (Luccone, Grassi, Boraso).

C’è un numero massimo di posti per edizione?
Sì, tendiamo a formare classi di 25 persone in modo da poter seguire ogni allievo con la massima cura.

È necessario acquistare del materiale didattico (libri, dispense eccetera)? Ci sono altre spese oltre alla quota di iscrizione?
Tutto il materiale didattico cartaceo viene fornito da Oblique ed è compreso nella quota di iscrizione. In ogni edizione del corso chiediamo agli allievi di acquistare un paio di romanzi che sono utilizzati come casi studio. Consigliamo poi alcuni testi fondamentali per arricchire la propria biblioteca, ma non vi obbligo di acquisto né il non possederli inficia la preparazione di base. La bibliografia ragionata consegnata durante il corso costituisce un riferimento per il programma di automiglioramento che accompagna tutta la carriera editoriale.

Quante ore al giorno devo dedicare in media alle esercitazioni da svolgere a casa?
Più ore si hanno a disposizione per studiare, approfondire ed esercitarsi e meglio è. L’ideale è avere, mediamente, cinque o sei ore al giorno, tutti i giorni, per tutti i quattro mesi del corso. È molto importante pianificare bene il proprio tempo. Questo è uno degli insegnamenti più preziosi di questo corso.

Vorrei seguire il corso ma lavoro o frequento l’università e non potrei essere presente a tutte le lezioni. Cosa posso fare?
Tutto si può fare. Abbiamo avuto ottimi risultati anche da allievi lavoratori e da allievi che contemporaneamente frequentavano l’università. La forza di volontà è l’unica bilancia. Se però avete poco tempo o il tempo che avete non è certo o le ore che potete dedicare sono ore in cui siete molto stanchi è meglio evitare e aspettare un momento di maggiore libertà.

È indispensabile possedere un pc con collegamento internet e una stampante per seguire il corso e svolgere le esercitazioni?
Sì. Le esercitazioni e le dispense integrative vengono spedite via email. Poi c’è un forum molto attivo che richiede attenzione e partecipazione. Chi non ha la connessione internet a casa è opportuno che sia munito di portatile in modo da accedere a internet tramite hotspot sparsi un po’ ovunque per Roma o di procurarsi una chiavetta.
La maggior parte delle esercitazioni andranno consegnate in formato sia cartaceo sia elettronico. È indispensabile poter stampare.

Dopo aver frequentato questo corso mi sarà facile trovare lavoro?
Questo corso offre solide basi per tutto il lavoro redazionale e permette di esercitarsi con le numerose esercitazioni che diamo da svolgere a casa. Alla fine del corso è prevista una decina di stage gratuiti presso case editrici e il nostro studio. Ma il processo di formazione non termina qui: è fondamentale coltivare la propria passione e continuare ad apprendere, farsi conoscere, vivere nel mondo dell’editoria italiana e frequentarne gli ambienti.Sono decine gli allievi di Luccone e di questo corso che lavorano ormai stabilmente nel campo dell’editoria. E lo fanno da protagonisti, sicuri dei propri mezzi, dei propri limiti e del loro percorso di miglioramento. Leggi le testimonianze degli ex allievi un anno dopo il corso.

Quali sono le minime competenze che si acquisiscono con questo corso?
Ci si impregna di cultura editoriale e si gettano le basi, e sono basi solide, per un percorso di miglioramento. Se si segue il corso con profitto si è in grado di correggere bozze, intervenire sul testo per migliorarlo, impaginare, saper realizzare un ebook di base, programmare la lavorazione di un libro, dialogare con ufficio stampa, commerciale, promotori, distributori e tipografia.

È vero che con questo corso si impara a impaginare?
Sì, riteniamo che il redattore moderno sappia impaginare senza paure e difficoltà. Dedichiamo all’impaginazione 12-14 ore. Il saggio finale che ogni allievo deve scrivere dovrà essere consegnato il pdf di stampa realizzato con QuarkXPress. Il redattore moderno sa preparare un eseguibile per la stampa, sa dialogare con il tipografo e non ha problemi a scrivere una buona quarta di copertina. Non è solo un correttore di bozze.
Durante le lezioni dedicate agli ebook impareremo a usare InDesign, un programma di impaginazione che sta prendendo sempre più piede. Insomma, si esce dal corso con una buona dimestichezza con i software di impaginazione.

Perché utilizzate QuarkXPress e non InDesign come programma di impaginazione?
Perché riteniamo che QuakXPress sia più formativo, logico, rigoroso e completo. Non vogliamo dire migliore. QuarkXPress insegna a pensare dal punto di vista dell’impaginazione. Insegna a risolvere i problemi. Tutti i nostri ex allievi che durante lo stage o durante la professione si sono trovati a impaginare con InDesign non hanno avuto problemi. Il contrario è molto più difficile. In ogni caso, come detto sopra, nello spiegare come si impagina un ebook, insegneremo i rudimenti di InDesign e daremo importanti direttive su come diventare degli assi anche con questo software.

Si insegna a fare gli ebook?
Agli ebook vengono dedicati tre incontri e due esercitazioni. Alla fine del corso si è in grado di realizzare un ebook dalla struttura semplice ma perfettamente funzionante.

Come funzionano i lavori di gruppo?
Il lavoro in team è essenziale e questo corso educa a lavorare in gruppo. Già il primo giorno di lezione verranno sorteggiati i gruppi che poi lavoreranno al caso editoriale e al progetto di collana.
Durante il corso, poi, verranno di volta in volta sorteggiati mini gruppi da due persone per specifiche esercitazioni.
Riteniamo che sapersi confrontare sia una delle cose più difficili da acquisire. È vero che il lavoro del redattore è spesso individuale (ore e ore da solo a fronteggiare il testo) ma è altrettanto vero che in una redazione, specie in una piccola casa editrice, bisogna essere capaci di rapportarsi con tutti e all’occorrenza saper gestire il lavoro degli altri.

È previsto un esame finale?
No. Ogni allievo conclude il corso discutendo il saggio individuale che gli è stato assegnato all’inizio del corso. Tutte le esercitazioni assegnate vengono valutate singolarmente.
 
Quante assenze posso fare?
Sarebbe opportuno non fare assenze. Eventuali lezioni importanti perse verranno recuperate con una lezione frontale individuale o con materiale didattico integrativo. Ogni allievo può recuperare al massimo una lezione di quelle fondamentali. Casi specifici di impossibilità prolungata a seguire le lezioni possono essere valutati. Per ottenere l’attestato è necessario seguire almeno il 70% del monte ore previsto.

Se non conosco neanche una lingua straniera, posso frequentare?
Per frequentare il corso puoi anche non conoscere nessuna lingua straniera, ma questo potrebbe essere un limite se si aspira a lavorare in editoria. Esistono ottimi redattori che non conoscono le lingue. Il redattore moderno deve puntare a saper gestire due o più lingue.

Quanti sono gli stage?
Dieci garantiti. Ci sono stati casi in cui abbiamo assegnato venti stage su venticinque iscritti. Capita che gli allievi che non hanno avuto lo stage in prima battuta e che hanno mostrato voglia di migliorare abbiano avuto lo stage cinque o sei mesi dopo la fine del corso. Dipende tutto dalla voglia di migliorare e crescere.

Con quali criteri viene assegnato lo stage?
Gli stage vengono assegnati secondo i risultati ottenuti nelle esercitazioni, nel lavoro di gruppo e nel saggio individuale. Cerchiamo di mandare la persona giusta al posto giusto. Teniamo conto delle richieste specifiche degli editori e delle caratteristiche degli allievi.

Come si svolgono gli stage? Quanto durano? Sono retribuiti? È previsto almeno un rimborso spese?
Gli stage variano per periodo e modalità da casa editrice a casa editrice. In media il periodo di stage dura comunque tre mesi, in alcuni casi anche sei. Per quanto riguarda le modalità (quante ore al giorno, quanti giorni a settimana eccetera), dipendono dagli accordi presi tra la casa editrice e l’interessato.
Retribuzione e rimborso spese: dipende dalla casa editrice. In questi ultimi tempi, purtroppo, la maggior parte delle case editrici non prevedono compensi o rimborsi.

Date indicazioni su come muoversi a chi non ha avuto lo stage?
Certo. In molti casi le persone realmente motivate che non hanno avuto lo stage hanno continuato un programma personalizzato di miglioramento con noi e alla fine sono riuscite grazie a noi o addirittura da sole a trovarsi uno stage. La nostra filosofia è insegnare bene e costituire un punto di riferimento anche dopo il corso.

Cosa intendete con formazione continua?
Intendiamo che Oblique rimane un punto di riferimento per tutti i suoi ex allievi. Eventuali altri corsi si possono seguire a prezzi molto scontati e a ogni edizione del corso principe si viene invitati a seguire lezioni diverse da quelle della propria edizione. Oblique diventa così un circuito virtuoso di accrescimento culturale e professionale.

Rilasciate un attestato a fine corso? Che validità ha?
Sì, rilasciamo un attestato di frequenza e, su richiesta, un documento che riassume i contenuti del corso e le esercitazioni svolte. Tale documento potrebbe essere utile per il riconoscimento di crediti universitari. È stato così per diversi allievi dell’università La Sapienza.

I vostri allievi hanno trovato lavoro?
Sì, moltissimi. E per noi è una grossa soddisfazione. Non vediamo l’ora di chiamarli colleghi. Noi stessi abbiamo dato lavoro ai nostri allievi più meritevoli. Leggi le testimonianze degli ex allievi un anno dopo il corso.

Se non riesco a frequentare questa edizione del corso, ce ne sarà un’altra a breve?
Il corso si tiene due volte l’anno con le stesse modalità. Aprile-giugno e ottobre-dicembre. In genere tendiamo comunque a non ripeterci e a portare modifiche in termini di docenti ed esercitazioni a ogni edizione. Ogni corso è personalizzato e modellato a seconda degli allievi.

Voglio ancora maggiori informazioni e voglio toccare con mano le cose che si fanno al corso?

Allora vienici a trovare! Prendi appuntamento però.

Mi voglio iscrivere: cosa devo fare?
Per iscriversi bisogna innanzitutto effettuare un colloquio conoscitivo (telefonico o di persona presso il nostro studio in via Arezzo, 18). Se il colloquio non ha evidenziato controindicazioni si può compilare il modulo di iscrizione presente sul sito ed effettuare il pagamento della prima rata. Si può fare in tre modi diversi: bonifico, assegno, contanti. Per queste due possibilità è necessario venire presso la nostra sede. Sarà una buona occasione per conoscerci. A questo punto il vostro posto è prenotato. Per il saldo della seconda rata verranno date indicazioni specifiche al momento dell’iscrizione. Di solito il saldo va effettuato una settimana, dieci giorni prima dell’inizio del corso. Per iscrizioni a partire dalla lista d’attesa (quindi a pochi giorni dall’inizio del corso): in genere si versa l’intera quota.

Come si fa a ottenere lo sconto per studenti universitari?
Per avere diritto allo sconto bisogna essere, e poter provare di esserlo, studenti universitari (ovvero non essersi laureati al momento dell’iscrizione) e non aver compiuto 26 anni. Lo sconto è del 15% sul totale. Per gli studenti universitari sotto i 26 anni che si iscrivono 45 giorni (o comunque il termine indicato) prima dell’inizio delle lezioni la quota è di 1200 € pagabile in due rate di 600 € ciascuna. Per gli studenti universitari sotto i 26 anni che non si iscrivono 45 giorni prima dell’inizio delle lezioni la quota è di 1270 €, pagabile in due rate di 635 € ciascuna.

Quando si chiudono le iscrizioni?
Cinque giorni prima dell’inizio del corso o all’esaurimento dei posti disponibili. Nelle ultime edizioni i posti sono esauriti un mese prima dell’inizio delle lezioni. Tenetene conto.

Nel caso non ci siano posti disponibili esiste una lista d’attesa?
Sì, di solito approntiamo una lista d’attesa di due o tre persone. L’effettiva partecipazione è possibile solo il caso di ritiro di uno dei partecipanti prima dell’inizio delle lezioni.

I costi della visita alla tipografia sono compresi nel prezzo dell’iscrizione?
Le spese per raggiungere la tipografia (se via treno) sono a carico di Oblique. Nel caso si visiti una tipografia all’interno del raccordo anulare è sufficiente il classico titolo di viaggio.



 

 

 


torna alla pagina iniziale
vai ad approfondimenti su questo corso
Si parla del corso principe per redattori editoriali su D della Repubblica. vai a formazione

  oblique_o
  I docenti che insegnano ai corsi Oblique
dopo il corso
feedback allievi, docenti, esperti
formazione in aziende, enti, istituzioni, fondazioni
ruoli in casa editrice