facebook   you tube   flickr  
collane oblique
gog
greenwich
fuori collana

Oblique è per il
software libero





sitemap
 
 

Oblique su D
8x8
parole oblique
dicono di Oblique
 


Percival Everett

Percival Everett (1956) è stato musicista jazz, tuttofare in un ranch (vanta un’esperienza di ben quattordici anni come addestratore di cavalli), professore di liceo. Attualmente si divide tra l’insegnamento (è professore di Letteratura alla University of Southern California) e la scrittura (è infatti uno dei più prolifici scrittori contemporanei: ha scritto oltre venti libri tra romanzi, raccolte di racconti e poesie, e saggi, esplorando quasi tutti i generi letterari; ed è improbabile che si fermi). Suona la chitarra, dipinge, adora la pesca. Come professore si definisce molto esigente e ritiene che dai suoi allievi possa imparare molto di più di quanto lui possa insegnare loro. È sposato e ha due figli. Dopo aver vissuto in un ranch nei pressi di Los Angeles, insieme alla famiglia, al mulo Thelonious Monk, a cani, gatti e cavalli, si è trasferito in città.
È piuttosto schivo, non legge le recensioni dei suoi libri, almeno così dice, né i resoconti delle vendite. Dei suoi libri non ama neppure parlarne, intervistarlo è un’impresa e si ha sempre l’impressione che le sue stringatissime risposte siano a loro volta delle domande capziose.
L’Esquire ha definito Everett “uno dei più coraggiosi scrittori sperimentali degli ultimi anni”. L’interessato, invece, rifugge quell’epiteto e quello di scrittore postmoderno vantando tra i suoi maestri i classici scrittori americani di grande respiro come Mark Twain.

 


I libri di Percival Everett

- Glifo (uscito il 3 maggio 2007);
- La cura dell’acqua (uscito il 28 marzo 2008);
- Ferito (uscito il 6 febbraio 2009);
- Deserto americano (uscito il 10 novembre 2009);
- Non sono Sidney Poitier (uscito il 23 settembre 2010);
- Il paese di Dio (marzo 2011).

“Personalmente credo che Everett sia un genio letterario fuori dal comune. Ed è ironico arrivare a una conclusione del genere dopo aver letto Glifo, la storia di Ralph, un genietto di dieci anni. Ralph non si considera un genio perché non sa guidare e non ha ancora il controllo del proprio corpo. Tuttavia sa leggere, scrive romanzi, conosce teorie e risolve equazioni matematiche. Glifo è un romanzo acuto, sottile, intelligente e soprattutto ironico. Un libro eccezionale.”
Thumper, AALBC.com

“Everett… ha sempre percorso strade imprevedibili, e qui la sua intelligenza onnivora e la sua abilità linguistica si sposano perfettamente con l’intelletto arguto di Ralph.”

David Galef, The New York Times Book Review

 



La rassegna stampa di Greenwich

 

Materiali
- Stefania Scateni parla di Everett sull’Unità;
- Leggi il ritratto di Everett su la Repubblica-Firenze.


torna a Greenwich