facebook   you tube   flickr  
collane oblique
gog
greenwich
fuori collana

Oblique è per il
software libero





sitemap
 
 

Oblique su D
8x8
parole oblique
dicono di Oblique
 

.
Quotidiani e periodici

20142013 – 2012 – 20112010 2009 200820072006

La rassegna stampa di Oblique è uno sguardo trasversale, parziale, incompiuto tra le pagine di quotidiani e periodici. Ogni quindici giorni Oblique seleziona, taglia, raggruppa, ricopia. E ripubblica. Altre cadenze e tagli troverete nella rubrica dentro il quotidiano del blog di Oblique.

1-31 dicembre: “Niente è meglio di un rifiuto”. Gian Carlo Ferretti

1-30 novembre: “Il dolore degli altri richiedeva un andamento morbido, quasi sospeso”. Emmanuel Carrère

1-30 ottobre: “Del resto è morta una civiltà letteraria, un’editoria, un mondo”. Aldo Busi

1-30 settembre: “Il nostro lavoro non è solo consigliare ma sconsigliare”. Gérard Collard, libraio

1-30 agosto: “La dimensione economica implosa si è mangiata tutta la vita”. Antonio Moresco

1-31 luglio: “Credete veramente che sopravviveremo?”. Marino Buzzi, libraio

1-30 giugno: “Quello che io scrivo sono metafore. Sono uno scrittore di metafore”. Ray Bradbury

1-31 maggio: “L’editoria è l’unico settore che ha risposto a una diminuzione della domanda con un aumento dell’offerta” Jérôme Lindon

1-30 aprile: “A un giovane di questo tipo, attivo, istruito e impegnato, di leggere un libro viene meno la necessità” Marino Sinibaldi

1-31 marzo: “Più che decrescere, alcuni editori potrebbero tranquillamente abolirsi”. Roberto Calasso

1-29 febbraio: “E fare bene qualsiasi lavoro, anche un sottotitolo”. Paolo De Benedetti

1-31 gennaio: “Ma ci hai mai pensato ai figli dei ferrovieri?”. Vincenzo Consolo

 

 

 

 

 



bussolaDicono di Oblique | Rassegna di Greenwich | Rassegna di Gog

Home

Vuoi essere avvertito quando c’è una nuova rassegna stampa? Clicca qui e iscriviti alla newsletter stampa